lunedì 16 gennaio 2017

#alcentrodelmiocuore



 Non conoscevo Enrica Mannari né il suo lavoro, prima di adesso. L'ho scoperta per caso, andando a zonzo per la rete, e la sua proposta di #ritolaico da fare insieme, un gioco di condivisione e bellezza, per il mese di Gennaio 2017, mi è piaciuta così tanto che venerdì sera, dopo una settimana non proprio semplice, ho fatto tardi pur di fare questa pagina con cui vorrei condividere la sua bella iniziativa, #alcentrodelmiocuore.
Il cuore ce lo ha messo lei, idealmente e graficamente, perché, si, basta dare un'occhiata alle cose pubblicate nel suo blog, per rendersi conto che la ragazza è una illustratrice di quelle brave, ma brave parecchio; insomma, lei ha reso disponibile un gran cuore in pdf, dalla foggia vagamente "liturgica", che si può stampare e colorare e decorare come si preferisce, mettendo al centro qualcosa che rappresenti simbolicamente ciò che nel 2017  è importante per noi, per ognuno di noi. Importante per me.
L'iniziativa non finisce con il mese di gennaio, mam promette di proseguire anche nei mesi successivi: alla fine del 2017 ci sarà un bellissimo album fotografico, fatto dal contributo di tutti quelli che vorranno partecipare, pieno di bellezza e di colori...










Grazie Enrica, livornese, amante del mare e della bellezza....

venerdì 13 gennaio 2017

La fissa dei quaderni

 I quaderni, le matite, i pennarelli, insomma tutta la cancelleria in generale mi è sempre piaciuta molto, fin da piccola. E la passione è rimasta, anche adesso, e ogni volta che mi capita di trovare qualche quadernino nuovo, colorato, allegro etc, non me lo lascio scappare... Ecco i quaderni che fanno parte della mia attuale "collezione"....
 Maialino su sfondo di quadretti neri e color senape...


 Quadernino romantico con fiori viola....




 Quadernino "grafico" di Tiger: un bel verde per la copertina e un grande cerchio chiaro al centro...giusto da scrappare con una foto, una bella tag o altro....


 e infine, sempre di Tiger, un altro quadernino azzurro con una bella striscia gialla al fondo... Mi è piaciuto tanto appena l'ho adocchiato, e lo metto per ultimo, come fosse una "guess star"... eh eh eh....


Da riempire di pensieri, appunti, fotografie, piccoli frammenti scrap....

mercoledì 11 gennaio 2017

5 cose che... 5 libri famosi che non ho letto

Eccomi di nuovo alle prese con la rubrica "5 cose che" di Twinsbookslovers, questa settimana (anche se io sono in ritardo sulla tabella di marcia...) con "5 libri famosi che non ho letto..." Alcuni dei libri che elencherò non li ho letti e dubito che li leggero mai, perché non mi incuriosiscono, so che non mi piacerebbero, o ne ho iniziato la lettura senza riuscire a terminarla... alcuni invece fanno parte della mia luuuuuunga lista delle cose da leggere finche sarò in tempo, e mi propongo assolutamente di leggerli (prima o poi...).

Il Signore degli anelli
Lo leggerò, prima o poi (almeno credo...)

 
Delitto e castigo
Lui invece appartiene alla serie "lo leggerò di sicuro prima di morire"... Ma non adesso, non ora...
 
Cinquanta sfumature di grigio
Lui invece è della serie "neanche morta". Ma non per chissà quale snobismo, no, ma solo perché non smuove un grammo della mia curiosità....

Storia di una ladra di libri
Snabbitz lo ha letto, io non credo che lo farò....

L'amica geniale
Questo è un libro che mi mette in imbarazzo (non troppo, però, alla fine), perché è piaciuto a tutti, o comunque alla maggior parte dei lettori; lettori anche diversi, con gusti e sensibilità differenti, segno che si tratta di un'opera davvero capace di esprimere significati importanti per moltissime persone. L'ho letto una buona metà, e la storia non mi ha catturato, non mi ha detto nulla, anzi a tratti mi ha quasi infastidito. Come a volte capita con i libri, può essere che l'abbia affrontata in un momento non particolarmente favorevole, e che invece, riaffrontato in una diversa fase della mia vita di lettore, mi piacerà di più. Adesso no, non ne sento il bisogno e il desiderio....

lunedì 9 gennaio 2017

Un anno nuovo

Da diversi anni ormai non faccio più buoni propositi per l'anno appena iniziato, preferisco che sia lui a portarmi per mano dove vuole, a mostrarmi ciò che desidera, a volte anche a strattonarmi qua e là, dove più gli piace. Alcune volte sono io a prendere il sopravvento, e a dettare l'agenda, altre volte sono i fatti della vita e la cadenza del tempo, senza che possa o voglia farci granchè.... Ma se si parla di "desideri" più che di propositi, ossia di cose che "amerei fare" più di cose che "mi prefiggo di raggiungere o di ottenere, bè, in questo caso le cose sono diverse, e ora che l'anno è già abbondantemente iniziato (rivelando un inizio non proprio dei migliori...) posso anche tentare di metterne giù qualcuno, di questi "desideri"...

1- Voglio alleggerirmi #1
Riordinare, pulire a fondo la casa, buttare via tutto ciò che non uso e che da troppo tempo sta lì a prendere polvere ed occupare spazio inutilmente.... Liberarsi dalle zavorre "materiali"....

2- Voglio alleggerirmi #2
Fare pace con la mia anima. Prendere atto che ci sono cose (carriera, ambizioni lavorative) che non sono più una opzione concreta come un tempo, e che forse, tutto sommato, non sono più neanche prioritarie e allettanti come in passato. Accettare quello che ho, accettare il fatto che non tutto ciò che vorrei è alla mia portata, concretamente realizzabile, che il tentativo di ottenerlo è al di là delle mise umane capacità, e che non ho risorse emotive sufficienti per l'impresa... Quindi, anche se dovrò sforzarmi non poco, "accettazione"...

3- Voglio alleggerirmi #3
Semplificarmi la vita. Ossia: non riesco a stirare ogni settimana? Pazienza, certi capi si possono mettere anche da stirare.... Non riesco a cucinare pasti sani ogni volta? Pazienza, per una sera un sofficino surgelato non ha mai ammazzato nessuno.... Non riesco ad aggiornare il blog come vorrei? E' già tanto se sono di nuovo qui dopo un paio di anni di black out assoluto.... Ho sempre più rughe in faccia? La mia faccia  è... "interessante". Insomma, semplificare, prendere definitivamente atto che non si è, non si è ma stati, non saremo mai perfetti, e che tra  le cose importanti della vita per le quali combattere e tenere duro non ci sono, almeno nella mia scala di priorità, bucati impeccabili, il calcolo delle calorie e dei grassi saturi, e neanche (non più) le agende perfettamente in pari...

4- Voglio leggere tanti libri
Bè, questo sì, tutti quelli che avrò voglia di leggere....

5- Voglio camminare e correre
Come sarebbe bello riuscirci almeno 2 - 3 volte a settimana....

6. Voglio ritagliarmi più tempo per me
Corollario del punto 3, e condizione necessaria per il punto 5... (e anche del punto 4, a pensarci bene...)

7- voglio sedermi ed attendere
Vorrei tanto che questo fosse un anno "di passaggio", di quelli da cui non ti aspetti nulla di particolarmente positivo, in cui non ti va di progettare o programmare niente, di quelli che ti lasci scorrere addosso, che ti permetti di vivere con leggerezza (vedi punto 2), senza ansia eccessiva, senza chissà quali attese..... Senza aspettative, una volta tanto....

venerdì 30 dicembre 2016

5 libri che mi hanno commosso, tag di Twinsbooklovers

Prosegue il tag di Twinsbooklovers "5 cose che"!
Questa settimana si tratta di trovare "5 libri che mi hanno commosso".
Ecco la mia scelta:

Stoner, di John Williams

 
Che dire di questo libro… è un libro assolutamente fantastico, una storia bellissima fatta di poche cose e nessun evento davvero rilevante, che racconta di una vita come tante, un’esistenza di “quieta disperazione”. Le ultime pagine in particolare, in cui assistiamo alla morte di Stoner, sono un assoluto capolavoro, pagine su cui non si può non piangere….

 
 
 
 
 
 
The Help, Kathryn Stockett

Libro che più che “commozione” in senso stretto, suscita una molteplice serie di emozioni diverse: indignazione, tristezza, disagio, rabbia e anche qualche sorriso e più di una risata….Bello, acuto e amaro.










Amabili resti, Alice Sebold
Per questo libro ho pianto, e neanche poco, lo ammetto; non solo per la storia della ragazzina, che già di per sé è abbastanza commovente; ho pianto soprattutto per l’idea suggerita dal libro, ossia che le persone, anche dopo morte, non lascino mai del tutto il mondo dei vivi, e continuino a stare accanto ai propri cari, ad accompagnarli, non lasciandoli mai davvero e per sempre soli….





Paula, Isabel Allende
Adoro i primi romanzi della Allende e non mi piacciono, invece, i suoi lavori più recenti; Paula però è un libro diverso, sia dai primi che dagli ultimi, perché è la storia della malattia e della morte della figlia della Allende, la storia di una fine prematura e ingiusta, narrata con lo stile di questa scrittrice che dà il meglio di sé – dal mio punto di vista – quando ha materiale autobiografico da utilizzare, storie personali e familiari da narrare, con quella prosa fantasiosa e “fiorita” che è sua e solo sua…. Ricordo ancora la commozione provata al racconto delle ultime ore di questa ragazza, circondata dalla famiglia, tra musica e candele, quasi un rito di passaggio, a suo modo “sereno”. Davvero commovente

Cime tempestose, Emily Bronte


Sono stata incerta, se inserire “Cime tempestose” tra i romanzi più commoventi, perché in realtà questo capolavoro di Emily Bronte è molto, molto di più, e per certi versi trovo abbastanza singolare l’accostamento con gli altri libri che ho scelto … Se penso però alle sensazioni che mi suscita ogni volta che lo ri-leggo (si, perché ogni tanto mi piace riprenderlo in mano, e leggerlo di nuovo qua e là…), non trovo davvero una ragione per non comprenderlo tra le letture più emozionanti… La travolgente e misteriosa storia d’amore tra Catherine e Heatcliffe, ma anche la muta adorazione di Edgard Linton nei confronti di Catherine, e la fedeltà di Hareton nei confronti dell’odiato (dagli altri) ed oscuro padrone di “Cime tempestose” sono sentimenti così forti e tenaci, così “scolpiti” e inestinguibili da suscitarmi sempre la più viva commozione…. 

sabato 24 dicembre 2016

Buon Natale, mondo...


Un pò agenda, un pò mini book

 Nei primi giorni di Dicembre, ho preparato questo...mini book? agendina? non lo so a dire il vero... l'intenzione iniziale era quella di avere qualcosa di carino e di parecchio natalizio in cui appuntare idee, spunti e appunti per i regali, i menu, i bigliettini di auguri etc....
 ... poi, come sempre quando si tratta di "scrap e dintorni", mi sono fatta prendere la mano, e aggiungi una pagina oggi, aggiungi una immagine  il giorno dopo, ne è venuto fuori una specie di librino cicciotto ma facile da portarsi dietro, in cui ho inserito appunti in vista delle feste, e che probabilmente userò per le foto di questi giorni....




 ...idee da cucinare la sera della vigilia...

  ..regali da fare....
 ... e regali fatti, per non correre il rischio di regalare cose troppo simili il prossimo anno....



  











 


Buona Vigilia a tutti!!!!